chiarimenti per autori

I servizi redazionali offerti sono attività del tutto distinta da quella della casa editrice.

Tutti gli autori sono ora tenuti a versare un contributo per fruire del servizio di prima valutazione della proposta editoriale. Fanno eccezione quanti hanno inviato le loro proposte entro il 24 novembre 2011 (ai quali resta garantita una breve risposta gratuita entro 4 mesi dalla spedizione della proposta) e, come da contratto, gli autori che hanno già pubblicato con Autodafé.

Gli autori cui Autodafé Edizioni chiederà il manoscritto integrale, al fine di valutare meglio l’ipotesi di pubblicazione di un’opera ritenuta potenzialmente interessante, riceveranno succesivamente le valutazioni della casa editrice sull’opera completa (con scheda sintetica di valutazione “soggettiva”), ovviamente senza alcun ulteriore costo.
Nel caso, dopo la lettura integrale dell’opera, l’editore manifestasse di non essere più interessato, gli autori potranno, solo richiedendolo esplicitamente, usufruire di ulteriori servizi a pagamento.

In sostanza, fino a quando Autodafé si dimostra interessata a esplorare con l’autore un’ipotesi di pubblicazione, il lavoro svolto dalla casa editrice continua a essere fornito a titolo di investimento (e perciò gratuito per l’autore).

servizi per gli autori

La nostra offerta, eccezion fatta per la valutazione di una proposta di pubblicazione (che è servizio a pagamento per tutti), si rivolge ad autori che non sono in trattativa per la pubblicazione con Autodafé:
– o perché hanno già scelto di percorrere una via diversa (proponendosi ad altri editori, oppure attraverso il self-publishing)
– o perché hanno già ricevuto risposta negativa da parte della nostra casa editrice
I servizi agli autori garantiscono la qualità del prodotto finito, adatto alla pubblicazione da parte di un editore interessato o all’autopubblicazione.

Gli autori possono liberamente decidere se usufruire in tutto o in parte dei servizi editoriali proposti, svolgendo tutto il percorso o fermandosi quando ritengono opportuno.
Gli autori di opere palesemente estranee alla linea editoriale di Autodafé possono decidere di partire direttamente dalla valutazione dell’opera completa, qualora ritengano superfluo un primo parziale giudizio basato su una proposta di pubblicazione che sicuramente non può interessare la nostra casa editrice.
Non è invece possibile richiedere servizi di revisione, editing ecc senza aver prima sottoposto l’intera opera alla valutazione; questo perchè la lettura dell’opera è indispensabile, per entrambe le parti, al fine di una corretta determinazione del preventivo per la lavorazione redazionale.
Resta inteso che, per chi procede lungo tutto l’iter, i costi già sostenuti vengono in buona parte scontati da quelli delle lavorazioni successive.

I servizi agli autori riguardano esclusivamente opere di narrativa (romanzi o raccolte di racconti) e sono i seguenti (i costi indicati non includono l’Iva):
valutazione argomentata di una proposta di pubblicazione, con estensione di una scheda esplicativa a cura della redazione, sulla base di una proposta dell’autore articolata in sinossi (ampia ed esaustiva) e brani scelti (tra 30 e 40 mila battute complessive); costo del servizio: 90 euro
scheda di valutazione, analisi e critica dell’opera completa, basata sulla lettura integrale dell’opera stessa; costo orientativo: da 250 a 400 euro (con preventivo)
revisione strutturale, redazione, editing e correzione bozze dell’opera; costo orientativo: da 1000 a 2500 euro (con preventivo)
impaginazione e grafica; costo orientativo: da 250 a 400 euro (con preventivo)
studio grafico copertina e realizzazione stampa; costo da concordare in base alle scelte di materiali, uso dei colori ecc
Nel caso di opere di particolare valore letterario, ma del tutto estranee alla linea editoriale di Autodafé, è possibile arrivare alla pubblicazione in apposita collana, con concessione del marchio editoriale e utilizzo della rete di distribuzione della casa editrice; in tal caso, si procederà ad apposita stesura di un contratto di edizione che tenga conto degli investimenti già realizzati dall’autore.

Sono assolutamente esclusi servizi di promozione presso altri editori o agenti letterari.
Sono parimenti esclusi servizi di comunicazione promozionale.

nota bene: la fornitura di un servizio include sempre la presentazione del preventivo relativo alla successiva fase di lavorazione
(esempio: con la scheda di valutazione della proposta editoriale viene anche consegnato il preventivo per l’eventuale scheda di analisi e critica dell’opera completa; con la scheda di valutazione dell’opera completa viene consegnato anche il preventivo per l’eventuale servizio di revisione strutturale, redazione e correzione dell’opera stessa, e via di seguito)

In caso di dubbio sulla fornitura del servizio agli autori che hanno formulato una proposta di pubblicazione ad Autodafé, leggere i chiarimenti.

servizi per gli agenti letterari

Ci rivolgiamo ad agenti letterari che, per presentare a potenziali editori un prodotto già di elevato livello qualitativo, preferiscono avvalersi della collaborazione preventiva di una redazione esperta.

I servizi offerti, e solo per opere di narrativa (romanzi o raccolte di racconti), sono:
scheda di valutazione dell’opera completa, basata sulla lettura integrale dell’opera; costo orientativo: da 250 a 400 euro (con preventivo)
proposte di revisione strutturale, redazione, editing e correzione bozze dell’opera; costo variabile a seconda della quantità e della tipologia dei servizi richiesti

Sono assolutamente esclusi servizi di promozione presso altri editori.

RassegnaStampa

DICONO DI NOI
interviste e presentazioni della casa editrice e dei suoi progetti

RECENSIONI
Ali e corazza
di Daniele Trovato

Diecipercento e la Gran Signora dei tonti di Antonella Di Martino

Il destino, forse di Gabriele Damiani

Il Mai di Annalisa Casalino

Il mare di spalle di Antonio Sofia

L’isola dei Voli Arcobaleno di Sabrina Minetti

Le nausee di Darwin di Giordano Boscolo

Lucertola d’autunno di Fiamma Petrovich

Mal di mare di Virginia Less

Tramonti d’Occidente di Emilia Blanchetti

Viola di Pervinca Paccini

Vuoti a perdere di Pervinca Paccini

Novità 2011

Autodafé, un piccolo editore
per narratori del presente

È una piccola casa editrice, indipendente, nata a Milano nel 2010 con l’obiettivo di pubblicare e promuovere scrittori italiani contemporanei. Si chiama Autodafé Edizioni e propone in libreria (oltre che come e‐book digitale) una collana di narrativa che vuole stimolare ‐ nella varietà degli stili, dei modelli, dei generi letterari di ogni singolo titolo ‐ la comprensione della realtà sociale del nostro Paese.

Autodafé nasce dai sogni e dalla passione di un gruppo di amici che hanno intrecciato percorsi e competenze complementari in campo editoriale e che in questa nuova avventura si propongono di comporre, usando i tasselli dell’invenzione e della parola scritta, un mosaico vivo, attendibile, originale dell’Italia di oggi.
Un proposito che ha trovato immediata sostanza nelle prime opere in catalogo, uscite nell’autunno del 2010: c’è l’ autoritratto, al tempo stesso indulgente e corrosivo, della provincia profonda (Il destino, forse di Gabriele Damiani); c’è il romanzo di formazione in cui si sviluppano complicità femminili, trasgressioni giovanili, ambizioni letterarie (Il Mai, di Annalisa Casalino); c’è lo spaccato della metropoli plurietnica che mescola storie private e ruoli sociali nell’unità di spazio e tempo di un incidente in metropolitana (Lucertola d’autunno, di Fiamma Petrovich); ci sono i racconti dell’ordinaria quotidianità di interni urbani in cui prendono corpo angosce e aspirazioni del contemporaneo (Vuoti a perdere, di Pervinca Paccini). Uguale connotazione si ritrova nelle due prime novità del 2011, in libreria da questo mese: L’isola dei voli arcobaleno di Sabrina Minetti tocca con levità fiabesca e coralità di intreccio temi sociali (le grandi migrazioni dall’Africa) e ambientali (la cementificazione dei nostri paradisi naturali); Le nausee di Darwin di Giordano Boscolo accosta, sulle barche dei pescatori di Chioggia, vecchie e nuove precarietà del lavoro.

“La distinzione ‐ ha spiegato Cristiano Abbadessa, direttore editoriale di Autodafé è la nostra prima strategia di sopravvivenza. Noi vogliamo qualificarci per tematiche e contenuti precisi, per questa fotografia sociale dell’Italia contemporanea che chiediamo agli autori. Trovare buone storie e trasformarle in libri di qualità è il nostro obiettivo. Crediamo che siano i temi stessi a darci quelle opportunità di promozione e visibilità, in libreria e nelle nuove forme di distribuzione, che i piccoli editori faticano di solito ad avere”.

AI sei titoli attualmente disponibili si aggiungeranno in primavera Tramonti d’Occidente di Emilia Blanchetti, Mal di mare di Virginia Less, Il mare di spalle di Antonio Sofia. Sul sito www.autodafe‐edizioni.com ci sono, oltre al catalogo e alla mappa dei distributori sul territorio nazionale, dettagliate istruzioni al servizio di autori interessati a sottoporre le loro produzioni letterarie.

C’è anche, sul sito, la storia di un nome, quello che Autodafé si è data, per un musicale gioco di assonanze con il “far da sé”, e per un più meditato “atto di fede”. Perché una piccola casa editrice che affronta il mare magno dell’editoria italiana non può che contare sulla sterminata fiducia, in se stessi e nella bontà dell’idea, di coloro che la animano e la fanno vivere. Ma anche perché il suo scopo è dare voce a quei talenti nascosti che hanno intrapreso la scrittura avendo come sola garanzia la fiducia nella propria capacità creativa.

SCARICA IL CS IN PDF

testo random 5

La letteratura è una difesa contro le offese della vita

C. Pavese, il mestiere di vivere