Studio83

un ottimo lavoro delle Edizioni Autodafé, che abbiamo già avuto modo di verificare ne “Il mare di Spalle” e che ritorna anche in “Vuoti a perdere”. Non mi sono imbattuta in refusi e l’impaginazione è pressoché perfetta, come l’editing che si vede poco…
(Studio83)

Annessi e connessi

In Ali e corazza di Daniele Trovato i personaggi secondari sono piccoli cameo, costruiti con abilità e funzionali alla storia, ma non per questo relegati a semplici comparse (Legione @ Annessi & Connessi)

Daniela Primerano @ lesflaneurs.it

Lucertola d’autunno di Fiamma Petrovich: Linguaggi e stili sempre diversi rendono questo libro una sorta di “romanzo di romanzi” e restituiscono con grande naturalezza la pluralità delle prospettive di un dramma collettivo (Daniela Primerano @ lesflaneurs.it)

Michele Lauro @ Panorama libri

Le nausee di Darwin di Giordano Boscolo: Racconta la storia di una doppia iniziazione – al mare e alla vita – con scanzonato garbo, echi goldoniani e appropriate incursioni nel tessuto sociale lagunare (Michele Lauro @ Panorama libri)

Ulisse@alberodellemeledoro.blogspot.com

Diecipercento e la gran signora dei tonti di Antonella Di Martino: Intrigante, sornione, ben scritto, leggero ma tutt’altro che banale… Il volume è anche tipograficamente e graficamente ben curato (Ulisse@alberodellemeledoro.blogspot.com)

ordaragia @ splinder.com

Leggendo i romanzi editi da Autodafè sono rimasto davvero colpito dalla qualità letteraria, dalla nettezza dei ritmi narrativi e dalla autenticità dei temi narrati. E, perché no, anche dalla veste grafica e dalla totale mancanza di refusi.

ordaragia@splinder.com